Un nuovo servizio consente di trasformare le ceneri dei defunti in diamanti, anche in Italia!


venerdì 23 dicembre 2016
scritto da Valerio Guiggi

Un nuovo servizio attivo in varie parti del mondo, tra cui il nostro paese, permette di trasformare le ceneri dei defunti in diamanti che cambiano colore in base alla persona di partenza.

“Fallo brillare ancora” è lo slogan della campagna pubblicitaria di uno dei servizi più incredibili riguardo al trattamento delle persone defunte. Con un servizio innovativo, e quantomai particolare, è infatti possibile da qualche mese trasformare i nostri parenti defunti e cremati (cosa imprescindibile) in diamanti, da portare con noi in una collana o in un anello. Potrebbe sembrare incredibile, ma un servizio del genere è sorto in vari paesi del mondo, tra cui anche il nostro.

Un diamante, infatti, è essenzialmente un reticolo di atomi di carbonio distribuiti in un certo modo. Dal punto di vista della composizione chimica non è ad esempio diverso dalla grafite (la parte del lapis che scrive), ma nemmeno dalla cenere, che si forma dal corpo umano cremato dopo la morte e che è composto in grande parte da atomi di carbonio. Grazie a questo servizio, gli atomi presenti nella cenere vengono trattati con metodi molto complessi che permettono di ricavarne un gioiello, da portare sempre con sé, per non tenere le ceneri nell’urna ma averle sempre vicine.


Il processo, come spiegano le stesse agenzie che lo mettono in pratica, è molto particolare. Infatti gli operatori prendono le ceneri senza toccarle con le mani nude e le lavorano, ad altissime temperature, fino a forgiare il gioiello. Gioiello che però non sarà trasparente, perché un diamante è trasparente solo quando è puro; se sono presenti, infatti, una serie di impurità all’interno il colore cambia, ed è praticamente impossibile sapere come verrà perché dipende essenzialmente dal corpo della persona defunta, dall’ambiente in cui ha vissuto e dalla sua età.

Anche se sembra una cosa incredibile, in realtà in molti paesi, specialmente in oriente, le varie culture utilizzano le ceneri dei defunti in vario modo, ad esempio spargendole nei campi per concimare le piante e dare, in questo modo, nuova vita alla persona nel ciclo naturale. Per qualcuno potrebbe sembrare una bella idea (anche perché se a qualcuno non piace basta non prenderla in considerazione), ma non a tutti: un senatore italiano, ad esempio, ha presentato un disegno di legge che mirava a vietare la “diamantificazione dei defunti”, anche se non ha ottenuto molto successo con la sua idea.

Insomma, oltre ai classici trattamenti delle persone che non ci sono più, come la sepoltura, l’inumazione, la cremazione a cui possono conseguire varie cose, come quella di diventare un albero dopo la morte, oggi si aggiunge la possibilità di trasformare il proprio caro in un gioiello, da avere sempre appresso; non sarà come averlo di nuovo, ma per qualcuno il significato potrebbe essere importantissimo, ed è interessante sapere che esiste una possibilità del genere.