I nostri padri correvano più di noi. E i nonni ancora meglio


sabato 14 novembre 2015
scritto da Redazione

Oggigiorno si praticano sempre meno sport e ciò va a scapito della nostra salute. I vari impegni della giornata ci impediscono di concentrarci sul nostro benessere ecco perché bisognerebbe compiere una rivoluzione da questo punto di vista.

(Australia)L’attività fisica dovrebbe avere un ruolo fondamentale nella vita dei bambini, ma purtroppo ci si sta accorgendo che sempre più giovani evitano di compiere sforzi fisici al contrario di come facevano i nostri genitori ed i nostri nonni. Da un’università dell’Australia Meridionale, uno degli Stati australiani, proviene una ricerca in cui è stata testata la corsa di 25 milioni di giovani di età compresa tra i 9 e i 17 anni provenienti da 28 paesi, vuoi sapere i risultati? Dal 1964 al 2010 le prestazioni di velocità sono diminuite del 5% ogni 10 anni, mentre la forma fisica in generale si è ridotta del 15%.

Le statistiche dicono che gli italiani, così come gli americani, sono sopra la media poiché perdono il 6% ogni decade, equivalente a 90 secondi in più per fare un miglio (1609 metri) di corsa. I promotori della ricerca spingono affinché i bambini facciano almeno un’ora di attività fisica al giorno, non è importante che sia consecutiva, può essere anche eseguita in diverse parti della giornata ma bisogna comunque fare in modo che il fisico rimanga attivo tutti i giorni. Parte della colpa del mancato esercizio fisico è attribuita alla scuola odierna che impone ai ragazzi dei dettami difficili da gestire e portare avanti.

Gli orari scolastici e i troppi compiti dati agli alunni gli impediscono di portare avanti degli sport! I ragazzi si ritrovano a dover studiare durante il giorno e quel poco tempo libero che hanno decidono di impiegarlo per attività più sedentarie e meno faticose come guardare la televisione o giocare ai videogame. Lo sport che viene tralasciato da piccoli condiziona la salute del giovane che si ritroverà a crescere in uno stato di forma non eccezionale, purtroppo però gli esperti dicono che crescere senza fare attività fisica può portare ad avere seri problemi in futuro e non solamente a livello fisico!

È stato dimostrato che varie malattie e disturbi respiratori o cardiaci sono causati dall’assenza di attività fisica. Comunque tornando alla ricerca si è notato che le nazioni analizzate rispondono in maniera diversa al “rallentamento” generazionale. L’Italia per esempio, così come gli Stati Uniti, alza la media ma è in genere tutto l’Occidente a soffrire della perdita di forma fisica, tuttavia anche in Oriente è presente una crescente incidenza del fenomeno in paesi come la Corea del Sud e la Cina, che sempre di più si adeguano allo stile di vita occidentale. In ogni caso bisognerebbe portare avanti per i giovani una riforma della scuola volta alla promozione dell’attività fisica, così da tornare ad uno stile di vita salutare!