Le 10 superstizioni più strane e incredibili del mondo


venerdì 12 febbraio 2016
scritto da Valerio Guiggi

Trovarsi la macchina coperta di cacca porta fortuna, il prurito alle mani porta soldi, esistono palazzi senza il quarto piano ma con il quinto: sono solo alcune delle superstizioni più strane del mondo.

Le superstizioni sono gesti, modi di dire, credenze popolari che tutti noi, che siamo superstiziosi o meno, conosciamo e a volte mettiamo anche in pratica. L’unica cosa è che se alcune di queste ci appartengono e sono molto famose, altre non fanno parte della nostra cultura e a leggerle da “esterni” verremo giudicati male, un po’ come se un giapponese ci vedesse toccare il ferro perché porta fortuna: noi, in questa lista, abbiamo raccolto le superstizioni più strane e particolari del mondo.

10. Mi prudono le mani, arrivano i soldi

In alcune parti del mondo si pensa che il prurito alla mano o alle mani significhi soldi in arrivo o in partenza. Ci sono tante variazioni di questa superstizione, e forse quella più comune è quella che dice che se prude la mano destra i soldi stanno per andarsene, se prude quella sinistra stanno per arrivare. Se sia vero o meno c’è da discutere, ma qui, dalle mie parti, quando a qualcuno prudono le mani significa che ha voglia di fare a botte con qualcuno… Nel dubbio, non mi avvicinerei a qualcuno a cui prudono. Se gli arrivano soldi, meglio per lui. Se ha voglia di picchiarmi…

9. Casa nuova, scopa vecchia

Altra interessante e divertente superstizione è quella secondo la quale in una casa nuova bisogna spazzare con una scopa vecchia, che abbia quantomeno già spazzato da qualche altra parte. Infatti, un oggetto nuovo bisognerebbe farlo entrare in casa e non farlo uscire, perché quando l’abitazione è nuova sarebbe piena di sfortuna; una scopa nuova non spazzerebbe via solamente lo sporco, ma anche la fortuna, per cui non è proprio il massimo. È una superstizione davvero curiosa (sulle scope ce ne sono tantissime) e se siete superstiziosi vale la pena di seguire il consiglio: del resto, non è che si cambi casa ogni giorno.

8. Il Torcicollo che anticipa la tua morte

Il Torcicollo, oltre che a un fastidioso problema, è un uccello molto comune anche nel nostro paese, appartenente alla specie Jynx torquilla. È un uccello che ha una capacità particolare, ovvero quella di ruotare il collo anche di 360 gradi, per guardarsi intorno. Questa incredibile mobilità del collo ha dato origine in alcuni paesi alla credenza che se l’uccello ruota la testa verso di te (e lo fa, considerando che se arriva qualcuno vorrà vedere chi è) significa che stai per morire. Meglio non essere superstiziosi se lo vediamo da qualche parte: potrebbe prendere male.

7. Lo specchio ti ruba l’anima

In alcune parti del mondo c’è una superstizione che riguarda gli specchi, che secondo alcuni ruberebbero l’anima di chi ci si guarda. Ed è una superstizione molto diffusa, che spiega perché la regina di Biancaneve usa uno specchio per controllarla, perché Narciso è stato rapito dalla sua stessa immagine riflessa e perché i vampiri, se si guardano in uno specchio, non si riflettono: i vampiri infatti non hanno l’anima… Da questo deriva anche la storia dei sette anni di sfortuna: rompere uno specchio libererebbe le anime malvage che sono intrappolate all’interno.

6. Anche la fotografia ti ruba l’anima

Ma se gli specchi sono diffusi da tantissimo tempo, c’è un’invenzione del XIX secolo che ha dato adito a molte superstizioni nel corso degli anni… Infatti, quando le macchine fotografiche hanno iniziato a prendere piede del mondo molti evitavano di farsi fotografare perché si pensava che quegli “oggetti ignoti” fossero in grado di rubare l’anima di chi si fa fotografare, una superstizione davvero strana e particolare, considerando tutti i selfie che i giovani al giorno d’oggi si scattano… Se fosse vera, ormai di anima non ne avrebbero più nemmeno un brandello.


5. Tanta più cacca sulla tua auto, tanta più ricchezza avrai

Per gli amanti delle auto pulite, trovare la cacca del piccione sul cofano o sul vetro è una delle disgrazie peggiori che possa capitare. Fortunatamente si può stare tranquilli, perché anche se pulire la cacca (degli altri) è fastidioso c’è una superstizione che dice che tanta più cacca trovi sulla tua auto (si spera di uccelli) tanta più ricchezza è in arrivo. Qui c’è una superstizione simile che riguarda non tanto il trovarla sull’auto quanto il calpestarla (di cane, solitamente, in questo caso). La ricchezza arriverà anche, certo, ma in quel momento girano le scatole. E non poco.

4. Accendere la sigaretta con un fiammifero porta sfortuna

Questa superstizione era molto comune tra i soldati nella guerra di Crimea, durante la quale le sigarette non erano merce molto comune e, soprattutto, non era facile accenderle. Secondo questa superstizione, infatti, se si accendeva la sigaretta con un fiammifero e non con un accendino si rischiava la morte. La superstizione deriva da una questione pratica, perché visto che ci vuole qualche secondo ad accendere un fiammifero, ed altrettanti per portarlo alla sigaretta, un cecchino avrebbe potuto individuare i soldati ed ucciderli fisicamente.

3. La Cina e il numero 4

In Cine, il numero 4 porta sfortuna, e con esso tutti i numeri che terminano per 4, come 14 e 24, che se possibile vengono evitati. Questa superstizione è talmente sentita, unita al fatto che “quattro” si pronuncia in modo simile a “morte”, che alcuni architetti non mettono addirittura nei palazzi il quarto piano: prima c’è il terzo, poi c’è il quinto. Il che nei grattacieli può diventare un problema quando nell’ascensore non compaiono i numeri 4, 14, 24 ma nemmeno 23 e 13, che sono altri numeri considerati sfortunati in questo paese.

2. La Malesia e sedersi sul cuscino

In Malesia, una delle superstizioni più popolari è quella che sedersi su un cuscino porterebbe ad irritazioni ed eczemi alle chiappette. Noi sappiamo benissimo che non è vero, perché tutti abbiamo in casa delle sedie con i cuscini che sono più comodi, ma lì le persone cercano di evitare di mettere un cuscino dove si siedono. La superstizione deriverebbe (sembra) dal fatto che se i cuscini in una casa sono pochi saremmo costretti a mettere sulla sedia uno dei cuscini che si tiene a letto. E a nessuno fa piacere mettere la testa dove gli altri mettono il…

1. Se mangi una chewing-gum di notte sei un cannibale

Ma la superstizione forse più assurda è questa, che è molto di moda in Turchia. Riguarda le chewing-gum, che sono alimenti molto comuni anche qui da noi. Ma in Turchia, se mai la visitaste, fate ben attenzione a masticarle solo durante il giorno, con il sole in cielo: in caso contrario, infatti, rischiereste che gli abitanti vi prendano per cannibali. Esiste infatti la credenza che durante la notte le chewing-gam si trasformino in carne umana putrescente, e chi le mastica sarebbe quindi qualcosa di simile ad un vampiro… Brutta figura, non è vero?