domenica 29 gennaio 2012

La prima multa per eccesso di velocità risale al 28 gennaio 1896 ed è di 13 km/h

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp

Vi siete mai domandati a quando risale la prima multa che è mai stata fatta per eccesso di velocità? Oggi a questa domanda vi rispondiamo noi: risale al 28 gennaio del 1896. La contravvenzione è stata emessa nei confronti di Walter Arnold, cittadino inglese che venne fermato nell’East Peckham, nel Regno Unito, mentre si stava spostando a 13 km/h. In quel tratto il limite era di circa 10 km orari in meno, intorno ai 4 km/h

A quei tempi il limite di velocità sulle strade statali era di 6 km/h, mentre in città era di 3-4 km/h. Si tratta di una trasgressione bella e buona, poiché il tizio fu sorpreso al doppio della velocità consentita. Dunque, confrontando il dato con i tempi di oggi, è come se venissimo fermati in città a 270 km/h, il doppio del limite imposto per le autostrade.

Pensate che all’epoca il poliziotto che fermò Arnold lo raggiunse, fermandolo, correndogli dietro in bicicletta. Non si è ancora risaliti a quanto ammontasse quella multa, che successivamente il cittadino pagò alle forze dell’ordine inglesi, ma parlando di multe non potremmo mai non segnalarvi la Svizzera come stato più severo per i limiti di velocità: quando un uomo d’affari fu fermato a 137 km/h superando di 37 km/h il limite, ha dovuto pagare una contravvenzione di 200.000 euro.

Ma non è l’unico, né è il caso peggiore: uno svedese fu fermato mentre viaggiava a 290 km/h sull’autostrada che collega Berna a Losanna con una Mercedes SLS AMG, e fu costretto a pagare un’ammenda di un milione di euro.