10 differenze biologiche tra uomo e donna che non avresti immaginato!


martedì 27 settembre 2016
scritto da Valerio Guiggi

Quante sono le differenze tra l’uomo e la donna? A livello caratteriale sicuramente tante, ma molti non sanno che i maschi e le femmine sono molto più differenti, dal punto di vista biologico, di quanto ci si può aspettare. Ecco le dieci differenze maggiori del corpo umano maschile e femminile.

Gli uomini e le donne sono uguali? La risposta di qualunque persona sarebbe un gigantesco “no”: gli uomini e le donne non sono uguali per niente. Si pensa al carattere, ai modi di fare, alle opinioni, e ovviamente alle differenze fisiche eclatanti come i genitali. Tuttavia esistono una serie di differenze biologiche, dell’organismo, che sono meno conosciute ma che specialmente dal punto di vista medico sono molto importanti: noi le abbiamo raccolte in questa lista, che ti dimostrerà come uomini e donne siano ancora meno simili di quanto pensi.

10. Le possibilità di difetti congeniti

I bambini maschi hanno una probabilità leggermente maggiore rispetto alle bambine di nascere con delle malformazioni. Queste, infatti, possono dipendere da difetti sui cromosomi in fase di concepimento, ma il fatto che ci sia una differenza può essere determinante. Se un individuo ha un problema sul cromosoma X, nelle femmine, XX, c’è la possibilità di leggere le informazioni dall’altro cromosoma X, mentre nei maschi, XY, questa possibilità non c’è, per cui le probabilità di malformazioni sono (leggermente) maggiori.

9. La disposizione del grasso

Probabilmente questo è uno dei motivi per cui le femmine spesso si sentono più grasse dei maschi. Il grasso, negli uomini, si deposita prima intorno agli organi interni, dove non si vede, mentre nelle donne si deposita prima ad anello, intorno all’addome. Per questo motivo le donne tendono ad ingrassare subito, ma ci sono anche altri tipi di conseguenze: da una TAC all’addome, per esempio, è possibile capire se abbiamo davanti un uomo o una donna, mentre la liposuzione nelle donne è più semplice, essendo il grasso più concentrato.

8. I maschi hanno le ciglia più lunghe delle donne

Anche se potrebbe sembrare impossibile, questa è una cosa vera: i maschi hanno le ciglia più lunghe rispetto alle donne. Perché che non ce ne accorgiamo dipende dal fatto che le donne se le curano, le distanziano, le valorizzano così da farle sembrare più lunghe; i maschi, invece, non fanno queste cose. La ragione sarebbe evoluzionistica: visto che le ciglia servono a non far andare il sudore negli occhi e gli uomini tendenzialmente si muovono di più ha senso che le loro ciglia siano più lunghe.

7. I mitocondri si trasmettono solo per via materna

Nel nostro corpo abbiamo due tipi di DNA. C’è il DNA cellulare, che si trova nel nucleo della cellula, e quello mitocondriale, che si trova in questi piccoli organelli all’interno della cellula. Il DNA mitocondriale che hai tu è identico a quello di tua mamma, perché il padre non trasmette i mitocondri; mentre i nuclei cellulari dello spermatozoo e della cellula uovo si fondono tra loro formando un nuovo DNA cellulare, il DNA mitocondriale dello spermatozoo viene “lasciato fuori” per cui, da questo punto di vista, il DNA di tutti è identico a quello della propria mamma.

6. Le differenze di udito

Con il passare degli anni, anche nell’udito si notano delle differenze tra l’uomo e la donna. In particolare, le donne tendono a perdere la capacità di sentire i suoni più gravi, mentre i maschi tendono a perdere la capacità di sentire quelli più acuti, e in età avanzata queste differenze diventano piuttosto marcate così che uno dei due può ad esempio non riuscire a sentire la suoneria del cellulare.


5. La distribuzione del sangue

Anche nella distribuzione del sangue uomini e donne hanno delle differenze. In particolare, le arterie e le vene periferiche dei maschi sono più grandi rispetto a quelle delle femmine, e così il sangue risulta distribuito in modo più omogeneo nel corpo. Nelle donne il sangue si trova principalmente intorno agli organi interni, tra cui i genitali, con riferimento alla gravidanza. Tra l’altro, questo è il motivo per cui spesso le donne hanno le mani e i piedi freddi.

4. Le differenze del Fegato

Nel fegato ci sono molte più differenze tra uomo e donna di quanto si potrebbe immaginare. Infatti, ci sono più di 1000 geni diversi che codificano per il suo sviluppo, ed essenzialmente sono le reazioni chimiche a cui partecipa ad essere diverse. La più eclatante è la velocità nel metabolizzare l’alcool: infatti gli uomini lo metabolizzano in modo più veloce delle donne, e da qui il fatto che gli uomini “reggono l’alcool” meglio delle donne.

3. La diversa respirazione

Anche dal punto di vista del respiro ci sono delle differenze tra maschi e femmine. In particolare, i maschi fanno più ricorso alla respirazione anaerobia, quella adatta agli sforzi brevi ma intensi, mentre le donne maggiormente alla respirazione aerobia, adatta a sforzi lenti ma prolungati. Questo è il motivo per cui le prestazioni atletiche sono così differenti, ed è anche il motivo per cui gli sport non sono mai misti: l’energia viene prodotta in modo diverso nelle donne rispetto agli uomini, e non ci sarebbe paragone.

2. Le differenze nella visione

Probabilmente ti stai rendendo conto che le differenze sono molto di più di quante ti aspettavi! Si, perché anche nella vista gli uomini e le donne sono diversi, anche se non di molto. In particolare, gli uomini hanno una miglior percezione della profondità, mentre le donne una miglior vista laterale. Questo potrebbe dipendere dal fatto che in passato gli uomini erano principalmente cacciatori, le donne raccoglitrici. Ah, e un’altra curiosità: le donne vedono (scientificamente appurato) più sfumature di colore degli uomini. Il che fa capire perché gli uomini non si sanno vestire.

1. Genitali maschili e femminili

No, in prima posizione non parliamo di genitali esterni, bensì dei genitali interni. Hai mai sentito parlare dei Dotti di Wolff e di Muller? Sono due strutture embrionali che si trasformeranno, rispettivamente, nei doti deferenti & prostata nel maschio, in utero & tube nella femmina. La cosa curiosa è che l’embrione li ha tutti e due: uno, poi, si atrofizza, e rimane quindi solamente l’altro. Quello atrofico però, nonostante sia invisibile, in qualche modo c’è: per cui gli uomini, in un momento della loro vita, hanno avuto anche l’utero, e viceversa le donne i dotti deferenti che portano ai testicoli!