10 cose immateriali e incredibili proibite nel mondo!


domenica 24 settembre 2017
scritto da Valerio Guiggi

Ci sono dei comportamenti che sono normalissimi in Italia, ma non nel resto del mondo: in alcuni paesi, infatti, esistono dei divieti veramente assurdi e incredibili!

Ogni stato ha le sue leggi e le sue regole, che spesso comprendono anche dei divieti. Tra i divieti ci possono essere quelli relativi alle armi, che non si possono possedere, o ancora a oggetti che potrebbero scatenare ribellioni, ma anche a qualcosa di pericoloso, come gli animali selvatici; tutti questi di vieti riguardano qualcosa di materiale, che si può toccare. Ma ci sono incredibili divieti che riguardano cose immateriali, non oggetti, che però sono incredibilmente vietati in alcuni paesi del mondo: andiamo a scoprire quali sono!

10. I dialetti

In italia qualcuno vorrebbe dare più importanza ai dialetti, al fine di conservarli, mentre in Cina evidentemente non è così. Infatti, in questo paese i dialetti (nei limiti del possibile) sono vietati, questo perché la Cina è così grande che a seconda delle zone si parlano lingue completamente diverse tra loro, anche se non fanno parte dei cinese ufficiale. La paura dei governanti è che i dialetti possano portare alle ribellioni, perché le autorità non sarebbero in grado di comprendere alcune conversazioni, e questo ha portato al divieto di parlare in dialetto.

9. La danza

Potrebbe sembrare incredibile, ma in Giappone è… vietato ballare. Si può solo ed esclusivamente fino alla mezzanotte, e si può ballare solamente se il locale in cui si fa ha richiesto un preciso permesso governativo e questo è stato accordato. Il divieto viene ancora oggi rispettato, nonostante sia stato introdotto ormai diversi anni fa per evitare il dilagare della prostituzione, che in Giappone è illegale. Infatti si associavano i comportamenti disinibiti tipici della danza alla prostituzione, cosa che portò le autorità a bandire il ballo.

8. Le sculacciate

Le sculacciate vengono vietate in un paese europeo, in Svezia, che è stato il primo paese, nel 1979, a bandire la punizione fisica nei confronti dei bambini, che deve essere sostituita con altri tipi di punizione. I genitori non sono quindi autorizzati a colpire i loro figli, e la legge svedese è stata presa ad esempio da molti altri paesi, anche se la maggior parte delle volte non è limitante come quella originale.

7. I fast food

Wikimedia

I fast food sono presenti nella maggior parte del mondo, ma non dappertutto, per una questione di sicurezza nell’alimentazione. Paesi come Nuova Zelanda, Bermuda, Kasakistan e Montenegro hanno pensato di bandire le catene che sono presenti quasi in tutti i paesi; naturalmente i fast food si trovano anche lì, perché i produttori hanno trovato il modo di ovviare alle regole facendosi passare per normali ristoranti; ufficialmente, però, non si possono aprire i fast food in diversi paesi.

6. La reincarnazione

In Cina, la reincarnazione è proibita, se non c’è il consenso del governo. Sembra impossibile perché non c’è nulla di più immateriale della reincarnazione, ma in realtà questa strategia è stata una mossa politica: per diminuire l’influenza del Dalai lama in Cina, infatti, il governo ha deciso di approvare la reincarnazione prima di poter dire ufficialmente che è avvenuta. In questo modo, se la persona reincarnata è troppo scomoda, basta non approvare la reincarnazione e lui, ufficialmente, non sarà una reincarnazione ma una persona diversa!


5. Morire in parlamento

Questo accade a Londra, dove la legge della Gran Bretagna dice che è illegale per chiunque morire in parlamento. Fino ad oggi questo non è mai successo, per fortuna, perché se succedesse ci sarebbe un problema non proprio semplice da risolvere: come si fa a condannare la persona che ha commesso l’atto illegale e, soprattutto, come si fa a far scontare la pena a colui che ha infranto la legge?

4. Il jogging

La normale corsa su strada è stata vietata da un paese africano, il Burundi. Qualche anno fa, nel 2014, le persone iniziarono a correre per scaricare la tensione che si era venuta a creare a causa dei continui scontri etnici che si verificano in questo paese: il governo, però, pensò che si trattasse di una manovra sovversiva e iniziò a vedere questo comportamento come una minaccia. Così in Burundi oggi è vietato correre sul ciglio della strada, pena l’arresto.

3. I capelli lunghi nell’uomo

I capelli lunghi nell’uomo sono uno stile troppo occidentale secondo la legge dell’Iran, che ha quindi deciso di bandirli completamente. Ma non sono solo i capelli lunghi il problema: anche i tatuaggi, la gelatina, i trattamenti solari, la chirurgia estetica, alcuni tipi di sopracciglia nell’uomo non sono legali, perché appartengono alla cultura occidentale e non a quella islamica!

2. Viaggiare nel tempo

L’idea dei viaggi temporali è molto popolare in Cina in questi anni, e specialmente a causa dei film molte persone fantasticano di poterlo fare. Ad oggi, i viaggi nel tempo sono fantascienza a tutti gli effetti, ma per evitare problemi il governo cinese ha deciso di bandire anche questi. Hanno paura, infatti, che qualcuno possa tornare indietro nel tempo e modificare la storia, quindi che il governo attuale possa perdere il potere: per questo motivo, si preferisce bandire i viaggi nel tempo, così che non possano essere incoraggiati.

1. Fare versacci a un cane

Wikimedia

il divieto però probabilmente più assurdo tra tutti quelli che abbiamo visto è attivo in Oklahoma. Qui una legge incredibile punisce, con una multa o addirittura con l’arresto, le persone che fanno i versacci ad un cane. Forse chi ha fatto la legge pensava che il cane potesse offendersi ed arrivare ad aggredire le persone, ma ovviamente questo non succede, perché il cane non interpreta le nostre espressioni come noi. Comunque sia, ad oggi è un comportamento vietato, quindi fate attenzione a come giocate con il vostro cane!