Uno spot incredibile attiva contemporaneamente i cellulari di tutti gli americani!


martedì 18 aprile 2017
scritto da Valerio Guiggi

Una pubblicità trasmessa sulle televisioni americane ha attivato contemporaneamente i cellulari di tutti gli utenti, in maniera completamente automatica, pubblicizzando su tutti gli smartphone un nuovo panino.

La pubblicità ha lo scopo di far conoscere un prodotto, e raggiunge il suo scopo nel modo migliore possibile se riesce a far parlare di sé. Una catena di fast food americana, celeberrima anche qui in Italia, ha pubblicato (in America) uno spot davvero assurdo per promuovere il suo nuovo panino. Non è uno spot particolarmente complicato, perché nella pubblicità compare un ragazzo che spiega, semplicemente, che quindici secondi (la durata dello spot) non gli bastano per spiegare la qualità di un panino. Per cui, alla fine, chiede allo spettatore “Ok, Google: cos’è questo panino?”

La frase incriminata è proprio questa. Infatti, Ok, Google, è una funzione che è integrata da più di un anno all’interno di tutti i cellulari che hanno il sistema operativo Android, e che sono la maggior parte in tutto il mondo, America compresa (anche perché i loro concorrenti sono molto costosi). Quando una persona dice al cellulare, anche senza premere nessun tasto, una cosa del tipo “Ok, Google, qual è la capitale d’Italia?” il cellulare capisce che ci si sta rivolgendo a lui e rimanda ad una pagina in cui si trova scritto Roma, appunto la capitale d’Italia.


In questo caso, il sistema veniva attivato non dalla voce del proprietario, bensì dallo spot televisivo. In questo modo, nel momento in cui lo spot veniva mandato in onda i cellulari che si trovavano vicino al televisore si attivavano, rimandando alla pagina di Wikipedia in cui si descriveva proprio questo panino, indicandone le qualità. Nelle case di molti americani, tutti i cellulari si sono attivati nello stesso momento pubblicizzando, di fatto, il panino.

Ovviamente, le reazioni a tutto questo non sono certo mancate: Google, infatti, è subito intervenuta e nel giro di circa tre ore ha bloccato questa funzione quando veniva posta questa specifica domanda, per evitare proprio l’attivazione contemporanea di tutti i telefoni. Ma il reparto marketing del fast food era già pronto: ha così mandato in onda una serie di spot pubblicitari in cui veniva detto, in ognuno, una cosa diversa, e così l’attivazione dei telefoni è continuata. Alcuni internauti, per risposta, hanno scritto su Wikipedia che il panino era composto “al 100% di ratti e unghie dei piedi”; la situazione è poi tornata alla normalità dopo poche ore.

Nonostante questo, però, la compagnia si dichiara contentissima del successo ottenuto da questa campagna. Anche se probabilmente ci saranno, adesso, delle conseguenze legali per aver usato questo sistema, le vendite del panino in questione sono aumentate addirittura del 300%, in un modo che riuscirà sicuramente a coprire le spese legali. Inoltre, anche se la pubblicità è stata poco in televisione, ha fatto molto più scalpore di tutte le altre: la vecchia regola della pubblicità, quindi. Bene o male, purché se ne parli.