sabato 5 novembre 2016
scritto da Valerio Guiggi

Studente americano inventa un modo per evitare le multe… e le fa prendere a un sacco di altra gente!

Uno studente americano ha inventato un metodo per evitare le multe. ma invece di tenerselo per sé ha pensato a dirlo a tutti su internet, così da farlo scoprire a tutti gli altri, vigili compresi, e contribuendo a far prendere alle persone tantissime multe.

Le multe per divieto di sosta sono quanto di più fastidioso esista al mondo. Ci sono, purtroppo, e tutti nella nostra vita ne abbiamo presa almeno una, perché è capitata sicuramente una volta in cui avevamo pochissimo tempo e abbiamo parcheggiato la macchina in un posto vietato, sperando che il vigile urbano non passasse. Il problema è che poi è passato, e lo abbiamo preso in tasca, trovandoci a pagare quaranta simpatici euro (ventotto se si paga entro cinque giorni e, si… immaginate perché lo so!).

image

Uno studente americano, stanco di tutto questo, ha inventato un modo davvero geniale per evitare di prendere le multe. In pratica, si è stampato da solo con il computer una serie di multe false, su una carta simile a quella delle multe nel suo paese, correttamente riempite da lui invece che dal vigile. Quando va a parcheggiare, rigorosamente in divieto di sosta, mette la multa finta sotto il tergicristallo, così che se passa il vigile vede che un collega gli ha già fatto la multa e non la fa di nuovo. In sostanza, lui evita la multa.


Questo studente (che è indiscutibilmente un pollo), felice di aver trovato il metodo perfetto per evitare le multe, non se lo è tenuto per se, anzi: è andato a dirlo a tutti su internet, vantandosi del fatto che da quando lo usa non ha più preso una multa. I suoi seguaci online, polli più di lui, hanno pensato “Ehi, ma che bella idea! Perché non ci provo anch’io?” ed hanno iniziato tutti a stamparsi delle multe false e a metterle sotto ai tergicristalli. Ciò che non hanno calcolato è che anche i vigili urbani leggono i social network, e come i cittadini hanno scoperto il trucco, ora lo sanno anche loro che, tra l’altro, sanno riconoscere benissimo le farse multe.

image

Insomma, tutto questo ha avuto due conseguenze: prima di tutto, una serie di reazioni arrabbiate verso lo studente perché il suo metodo non funzionava, e secondo che adesso può stare tranquillo che il suo metodo non funziona più. Avrebbe potuto tenerlo per sé e chissà per quanto sarebbe andato avanti, ma cosa non si fa per avere quei cinque minuti di gloria?

image

In questo modo, se anche qualcuno di voi avesse pensato in passato ad usare un metodo simile sappiate che questo, ormai, non funziona più, perché i vigili lo conoscono un po’ in tutto il mondo. Insomma, se vogliamo evitare le multe non serve tanta furbizia o stratagemmi particolari: basta parcheggiare un po’ più lontano e fare un pezzo di strada a piedi, che tra l’altro fa bene in una vita che sta diventando sempre più sedentaria. E non provate ad emulare lui, perché non porterebbe a nulla…