E’ possibile vedere la Via Lattea in Italia?


martedì 8 agosto 2017
scritto da Valerio Guiggi

La Via Lattea è la galassia in cui viviamo, ed è teoricamente possibile vederla ad occhio nudo, dal nostro paese. Il motivo per cui, però, la maggior parte di noi non l’ha mai vista è l’inquinamento luminoso.

La Via Lattea è la galassia in cui abitiamo anche noi. Si tratta di un sistema di stelle di cui fa parte, tra le tantissime, anche il Sole, e di conseguenza ne fa parte anche il nostro pianeta. Si tratta di una striscia allungata, e noi possiamo vederne solo una parte, proprio come una striscia; per capire come sia possibile, basta pensare che se saliamo sulla Torre Eiffel possiamo vedere Parigi anche se ci siamo dentro. Certo, non possiamo vedere la Torre Eiffel, ma riusciamo a vedere tutto il resto della città.

La Via Lattea è visibile anche ad occhio nudo, come una specie di “frattura” nel cielo, ed è uno degli spettacoli più belli; ma perché non riusciamo a vederla, se non c’è bisogno di telescopi, binocoli o di nessun altro oggetto tecnologico? La risposta si trova nell’inquinamento luminoso, che è dato dai tanti lampioni, insegne e luci delle case che ci circondano in ogni momento: infatti, queste sorgenti luminose creano luce che, andando verso la direzione corretta, può rimbalzare sulle superfici e tornare verso l’alto. E’ una cosa impercepibile, per noi, ma queste particelle luminose si trovano sopra alle nostre teste, e fanno scomparire ciò che sta dietro, ovvero il cielo.


Sarà capitato a tutti, infatti, di trovarsi in un posto buio e di poter vedere molte più stelle del normale: se il posto è tanto, ma tanto, buio è possibile vedere anche la Via Lattea, anche ad occhio nudo, e con un’attrezzatura fotografica buona è anche possibile riuscire a fotografarla, addirittura. Ma per poterla vedere bisogna, più di tutto, evitare l’inquinamento luminoso, che è il più grande nemico per questo spettacolo della natura.

I posti migliori per vederla sono, nel nostro paese, la Sicilia e la Sardegna che sono le regioni meno interessate da questo tipo di inquinamento, nelle zone rurali (non certo a Palermo o a Cagliari, che sono città). Ci sono poi isole distanti da tutto, come l’Isola di Capraia che si trova tra la Toscana e la Corsica, o altre isole sufficientemente lontane dalla terraferma e prive di fonti luminose. L’alternativa, per chi non abita in questi posti, è quella di salire in alto: le Alpi, in alcuni punti, evitano l’inquinamento luminoso grazie alla loro altezza, e in generale più si sale in alto su una montagna, più vantaggi troviamo da questo punto di vista.

Se vi interessa vedere la via lattea, sono disponibili online delle mappe dell’inquinamento luminoso come questa, che mostra bene come l’Italia sia uno dei posti peggiori per vedere le stelle, e in generale più ci spostiamo in un luogo buio (sulla mappa), più possibilità avremo di vedere le stelle, fino ad arrivare proprio a poter vedere la Via Lattea: uno spettacolo unico, a costo zero, da provare almeno una volta nella vita!