venerdì 7 marzo 2014

Sai perchè la pipì è di colore giallo?

La colorazione solita della pipì è il giallo ma, in realtà, l’urina può assumere diversi colori in base a ciò che mangiamo. Le verdure sono, la maggior parte delle volte, gli alimenti che determinano il colore della nostra pipì. Abusando di una verdura potremo vedere il suo colore direttamente sulla nostra pipì quando andremo in bagno, senza nessun effetto negativo. L’unico problema è quando la pipì tende ad essere nera, a quel punto rivolgersi al medico diventa obbligatorio.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp
Wikimedia Commons

Wikimedia Commons

Tutte le creature viventi fanno la pipì. Fare pipì significa espellere quelle sostanze che potrebbero danneggiare il nostro organismo, è un meccanismo che può essere associato alla respirazione e alla digestione. Altri processi che avvengono per eliminare possibili sostanze maligne sono: l’escrezione e la sudorazione. Il colore dell’urina è dato da un elemento che si chiama urobinil: quando il corpo è abbastanza idratato, l’urobinil viene diluito con l’acqua e la pipì assume il colore che noi tutti possiamo vedere. La pipì può assumere anche altri colori causati da disidratazione o altri fattori.


Noi tutti sappiamo che la pipì è gialla ma può assumere anche un colore ambrato quando la persona è disidratata o può essere semplicemente limpida, trasparente quando abbiamo bevuto troppa acqua. Non sono solo questi i colori che essa può assumere. Se per esempio si mangiano troppe barbabietole o fragole o addirittura rabarbari, il colore può diventare rosso! La colorazione blu o verde invece può derivare dall’assunzione dell’additivo metilene blu o dal fatto che sono stati mangiati troppi asparagi.

La nosta pipì può assumere un colore diverso in base alle verdure che mangiamo! Potremmo vedere tutte le diverse sfumature dell’arcobaleno sulla nostra urina. Se però il colore tende ad essere nero allora bisogna ricorrere ad un medico per controllare la situazione perché ci potrebbe essere qualche disfunzione interna, anche pericolosa.