Gli oceani marziani avevano onde altissime, ma lente


sabato 14 novembre 2015
scritto da Redazione

Dopo le ultime dichiarazioni della NASA, un ulteriore esperimento conferma che su Marte potrebbero esserci state delle onde altissime ed enormi, ma che si muovevano a velocità ridottissima a causa della gravità!

NASA, wikipedia

NASA, wikipedia

“C’è acqua su Marte?” è sicuramente uno degli interrogativi che attanagliano gli scienziati e gli appassionati da tempo immemore, fino dai lontani anni Settanta, quando le prime immagini rilevate dalla sonda Mariner fecero appassionare alla causa un numero ingente di studiosi. Recentemente la NASA ha rilasciato molte dichiarazioni inedite sul pianeta rosso, dalle quali emerge che ci sono effettivamente dei corsi d’acqua su Marte, di carattere stagionale.

NASA, wikipedia

NASA, wikipedia

Ma gli scienziati sono riusciti a ricreare in laboratorio le presunte condizioni vigenti sul pianeta rosso e sono riusciti a sperimentare le onde presenti su tale pianeta. Gli studiosi, difatti, hanno studiato attentamente come appare il pianeta anche dal punto di vista geologico, e si sono accorti che tutto farebbe pensare alla presenza di onde. La forma che presenta Marte sembra infatti suggerire che una volta ci fossero dei grandi fiumi o dei mari. Questo è dovuto al fatto che la conformazione della superficie sembra essere stata livellata da delle onde.

Tuttavia, rimaneva il dubbio che queste onde fossero mai esistite a causa della pressione su Marte: secondo alcune voci autorevoli, questa è troppo bassa per dare vita a delle vere e proprie onde. Infatti, più bassa è la pressione atmosferica, minore è la possibilità del vento di esercitare una spinta sull’acqua. Ma allora, come è possibile che tutto suggerisca l’effettiva presenza di onde? Gli scienziati hanno così deciso di ricreare le condizioni in laboratorio e verificare la possibilità della creazione di onde anche con una pressione così bassa.

NASA, wikipedia

NASA, wikipedia

Così, presso un centro della NASA in California, l’esperimento è stato iniziato e portato a termine con risultati positivi. Consideriamo che la pressione terrestre è di circa 1000 mbar; in occasione di tale esperimento, è stata abbassata a 30. Ciò che è emerso dall’esperimento è stato che se il vento ha una velocità sufficiente, può creare comunque delle onde, anche se la pressione è molto bassa. Non solo: le onde che potrebbero essere generate con un vento di 20 m/s potrebbero essere alte fino a 24 metri, mentre sulla Terra raggiungerebbero al massimo i 9 metri. Inoltre, sarebbero onde lunghe anche 500 metri, ma dal movimento lentissimo a causa della gravità!

NASA/JPL/Cornell, wikpedia

NASA/JPL/Cornell, wikpedia