La vera storia di Colline, lo sfondo per computer più famoso di sempre


domenica 6 agosto 2017
scritto da Valerio Guiggi

Colline è lo sfondo per computer più famoso di sempre, e intorno a questo scatto si sono create tantissime leggende metropolitane: ecco la sua vera storia.

Se a chiunque si chiede di pensare ad uno  sfondo per computer, la memoria risale ad una foto che tutti abbiamo visto, a partire dagli anni ‘2000, per tantissimi anni sui dispositivi elettronici presenti praticamente ovunque. E’ “colline”, in inglese “bliss”, lo sfondo che ha accompagnato per anni la maggior parte dei computer equipaggiati con Windows XP. La storia di questo sfondo non è solo particolare per la sua notorietà, quanto perché nessuno è mai riuscito a ritrovare quel posto, pensando addirittura che si trattasse di una foto ritoccata al computer!

La verità è completamente diversa. La fotografia, infatti, risale al 1996, anno in cui la fotografia digitale non aveva preso piede nemmeno tra i fotografi, ancora, per cui si tratta (incredibilmente) di una fotografia scattata con una macchina professionale, sì, ma analogica. Qualcuno pensa che sia stata scattata in Italia, invece ha origine in California; il fotografo che l’ha scattata, infatti, si era recato con la moglie in una zona famosa per la sua produzione vinicola, rimanendo incantato da quella particolare collina verde.


Infatti, quella collina come del resto quelle adiacenti avrebbe dovuto essere coltivata a vigneti; così, però, non era perché una malattia delle vigne, la filossera della vite (causata da un insetto che attacca le radici della pianta) aveva distrutto l’intera piantagione. Per questo motivo le vigne erano state rimosse completamente, ed era rimasta solamente della terra nuda su cui le piogge del periodo invernale (la foto è stata scattata a Gennaio) avevano fatto crescere il noto manto erboso. La fotografia non è stata ritoccata al computer in nessun modo, ma visto che al fotografo non interessava fu messa in vendita tramite un servizio di stock.

Il motivo per cui le persone non riescono a trovare quel posto e scattare foto simili è che, già ai tempi dell’uscita di Windows XP quando la voto divenne famosa, quel paesaggio, così come mostrato, non esisteva più in quanto, nel frattempo, i proprietari avevano provveduto a coltivare nuove vigne (debellata la malattia) su quel terreno, così che il paesaggio si presentava, allora come oggi, completamente diverso. Scoperta poi l’ubicazione, alcuni fotografi hanno cercato di riprodurre meglio possibile la stessa fotografia che, però, non ha lo stesso fascino dell’originale.

La cosa più incredibile è, però, quanti posti ha raggiunto una semplice foto scattata in campagna: si stima infatti che sia stata visualizzata sullo sfondo di almeno un miliardo di computer, che corrisponde ad un settimo della popolazione del mondo intero. Oggi la foto, e tutti i diritti che la riguardano, sono di proprietà della società che possiede Windows, che l’ha acquistata per una cifra sconosciuta (a causa di un accordo di non divulgazione); il fotografo, quindi, non ha più il negativo originale, anche se continua a mantenere una copia della foto, in un quadro, nella sua abitazione.