La Boca: il quartiere dei colori a Buenos Aires


venerdì 18 novembre 2016
scritto da Valeria Cozza

Visitare le città è un’esperienza molto bella. Vale davvero la pena ammirare dal vivo questo quartiere di Buenos Aires.

BUENOS AIRES (Argentina) – L’Argentina è una terra molto affascinante, che, oltre a tantissime bellezze naturali, è caratterizzata da una tradizione artistica molto ricca. Visitare Buenos Aires è sicuramente un’esperienza bellissima alla storia e affascinante, grazie alla cultura che la caratterizza. Con l’articolo di oggi, ti vogliamo presentare un quartiere davvero molto particolare che dovrebbe essere considerato un must per tutti i turisti che visitano la città.

Stiamo parlando del quartiere La Boca, una zona che è abitata da più di 46.000 persone e che si estende sulla riva del fiume Riachuelo, che divide il centro dalla periferia di Buenos Aires. Proprio per questo motivo, il nome del quartiere è La Boca (“la bocca” in italiano), per alludere al fatto che il quartiere si trovi nel punto dell’imboccatura della confluenza tra il Rio Riachuelo e il Rio de la Plata.


Il quartiere, caratterizzato da abitazioni molto colorate, è stato trasformato da persone provenienti da Genova, a partire dalla fine del diciannovesimo secolo. Prima dell’Ottocento, questa zona era un punto in cui si esercitava il commercio degli schiavi. Ancora oggi, gli abitanti de La Boca si definiscono Xeneizes che, dal termine Zeneize del dialetto ligure, significa”genovesi”.

Se si ha la bellissima possibilità di fare un viaggio a Buenos Aires, non si può di certo fare a meno di questa zona molto particolare e viva, grazie ai suoi colori vivacissimi che la caratterizzano. Inoltre, è un modo per stare a contatto con persone di culture differenti. Di 46.000 abitanti della zona, almeno 2.500 hanno origini spagnole e il resto hanno origini di altri Paesi europei. E tu sei mai stato in Argentina? Raccontaci la tua esperienza!