Come facevano prima? 10 comportamenti umani prima delle moderne comodità


giovedì 28 settembre 2017
scritto da Valerio Guiggi

Quando non esistevano le comodità, come potevano le persone fare le cose che facciamo oggi, tutti noi? In questa lista i metodi che avevano trovato per sopravvivere in un mondo molto più complesso di quello che siamo abituati a vedere!

Al giorno d’oggi siamo così abituati alla invenzioni moderne che diventa difficile capire come si facesse in passato, quando queste cose non c’erano. E non parliamo di tanti anni fa: solo un secolo fa, infatti, le persone non avevano acqua corrente, luce elettrica, frigoriferi e molte delle comodità che oggi diamo per scontate. Ma come si faceva, quando questi oggetti non c’erano? In questa lista scopriremo come, nelle varie culture, si sopperiva alla mancanza di oggetti che oggi consideriamo così normali da non renderci nemmeno conto di quanto siano importanti.

10. Il frigorifero

Il frigorifero è una delle cose più importanti che abbiamo in casa, che permette di conservare i cibi rallentando lo sviluppo batterico che, altrimenti, richiederebbe di fare la spesa tutti i giorni. Prima che venissero inventati si poteva usare il ghiaccio, se possibile, ma in Russia le persone avevano scoperto che mettere una rana nel latte evitava che questo si avariasse. Alcune rane, infatti, hanno degli antibatterici naturali nella pelle, per cui riescono a evitare che il latte si avari e permettono di conservarlo anche per diversi giorni. Così si faceva per conservarlo, senza il frigorifero.

9. La carta igienica

Sarebbe difficile oggi vivere senza questo oggetto, ma la carta igienica è un’invenzione moderna. In passato, le persone si pulivano, ma non avevano capito bene che si potevano trasmettere malattie, per cui i romani si pulivano, nei bagni, tutti con la stessa spugna per rimuovere i residui grossolani. Più tardi, però, le persone iniziarono ad utilizzare la parte interna delle pannocchie di mais, tolti i semi; grattano un po’, ma permettono comunque di pulirsi evitando il contatto con il corpo e con le feci degli altri.

8. La sveglia

Pixabay

Come si faceva a svegliarsi prima che venisse inventata la sveglia? Tendenzialmente nei paesi e nelle città c’erano già le campane, che permettevano di svegliarsi a tutti, ad un’ora ben precisa, ma allo stesso tempo un metodo utilizzato dove non c’erano le campane era quello di bere molta acqua alla sera. Bere tanto significava avere la vescica piena, ad una certa ora, e questo permetteva di svegliarsi in modo completamente naturale.

7. Gli orologi da polso e da muro

Anche se gli orologi sono un’invenzione molto antica, in realtà gli orologi da polso si sono diffusi solamente negli ultimi anni, e prima esistevano solamente quelli da muro, solitamente da campanile. Tuttavia, in Inghilterra c’era un modo semplice per sapere l’ora, utilizzando il telefono, inventato da poco: esisteva una centralinista, seduta in una cabina con un orologio davanti, che si poteva chiamare semplicemente per conoscere l’ora. Stava in pratica tutto il giorno a dire che ore sono alle persone!

6. Dormire senza luce

Oggi gli orari delle nostre giornate lavorative sono standard, questo perché abbiamo la luce artificiale. Prima che questa ci fosse esisteva il fuoco, è vero, ma non si poteva lavorare bene con una luce flebile, motivo per cui le persone dormivano in base alla necessità della giornata. Questo stimolava un ormone dell’organismo che creava l'”orologio biologico”, facendo svegliare le persone quando c’era più luce.


5. Il computer

Il computer è nato essenzialmente come un calcolatore, un mezzo che consentiva di eseguire velocemente dei calcoli. La matematica, però, esiste da molto prima dei computer, e i calcoli che oggi vengono effettuati dalle macchine e sono velocissimi prima, semplicemente, erano eseguiti a mano dai matematici. Questo significa che queste persone stavano lì, tutto il giorno, e calcolavano. Non era esattamente un lavoro divertente, ma qualcuno doveva farlo; in questo modo sono state calcolate diverse formule di base della matematica.

4. Lo spazzolino da denti

Per quanto riguarda il lavarsi i denti, come si può immaginare in passato questa operazione non era eseguita in modo troppo efficace. Le persone utilizzavano, per grattare lo sporco, quello che trovavano, dalla terra ai cocci rotti di vaso, che sono ruvidi. Esistevano anche delle particolari sabbie, aromatizzate, da masticare perché grattassero via lo sporco dai denti ed evitassero le infezioni; il funzionamento era tuttavia piuttosto dubbio.

3. Gli spostamenti

Il primo grande mezzo di trasporto terrestre ad essere inventato è stato il treno, che ha permesso di percorrere lunghe distanze in tempi relativamente brevi. Prima dei treni, però, ovviamente ci si spostava ma allo stesso tempo le cose erano molto più lente; c’era il cavallo, o il mulo, e c’erano degli istituti che ospitavano le persone che facevano lunghi viaggi, che poi erano i pellegrini. Spesso prima di partire si faceva testamento, perché non c’era la certezza di tornare vivi.

2. Il profumo

Anche se il profumo è un’invenzione relativamente recente, in realtà le persone da tempo utilizzavano metodi per migliorare il loro odore, che in generale non era esattamente gradevole! Così si utilizzavano principalmente i fiori, che venivano portati addosso, e che diffondevano, almeno dopo raccolti, un buon odore così da permettere agli altri di avvicinarsi. Non riuscivano a coprire la puzza delle persone, ma se riuscivano a lavarsi qualcosa facevano.

1. Il taglia-unghie

Uno degli strumenti di cui forse l’umanità ha sentito maggiormente la mancanza è proprio questo. Le unghie crescono, e nella maggior parte dei casi semplicemente continuavano a crescere finché non si spezzavano, peraltro con un dolore non da poco. In alcune culture si tagliavano con metodi brutali, come gli scalpelli nell’antica Roma, mentre in Cina in passato farsi crescere le unghie era una vera e propria moda, e chi le aveva più lunghe veniva considerato migliore degli altri; ad un certo punto, però, anche le loro unghie necessariamente si spezzavano.