Dal 2000 ad oggi nel mondo si sono formate naturalmente 8 nuove isole!


lunedì 31 luglio 2017
scritto da Valerio Guiggi

Negli ultimi anni sono comparse in tutto il mondo una serie di nuove isole che, all’inizio degli anni ‘2000 non comparivano sulle cartine geografiche perché, semplicemente, non esistevano.

Se pensate di non poter mai diventare degli esploratori del mondo come succedeva nel rinascimento, perché ormai tutto quello che c’era da scoprire è stato scoperto, forse non avete fatto i conti con il fatto che, dal 2000, sono emerse nel mondo addirittura 10 nuove isole che prima non c’erano. E non si tratta di isole artificiali create dall’uomo per scopi vari, oppure di terre che erano state sommerse ma prima ancora c’erano. Si tratta di terre completamente nuove e, per quanto piccole, da quando sono emerse sono diventate habitat di alcune popolazioni di piante e animali che si sono stabilite lì. Naturalmente, gli stati vicini ne hanno già rivendicato il possesso.

Le nuove isole formate nel mondo, almeno per quello che ne sappiamo, sono 20 dall’inizio del ‘900, ma di queste 10 sono emerse solamente dall’inizio degli anni 2000. La causa è, solitamente, un’eruzione vulcanica sottomarina, in cui il materiale emesso si deposita sopra al vulcano stesso, oppure poco lontano su rilievi sottomarini già presenti, e in questo modo si viene a formare la nuova isola. Queste isole sono in gran parte disabitate, prima di tutto perché sono piccole, secondariamente perché non è il caso di costruirci sopra quando c’è vicino un vulcano sottomarino.


Una delle prime isole ad emergere si trova al largo delle coste tedesche, e prende il nome di Norderoogsand, emersa probabilmente a causa di un terremoto. Sembra che il destino di quest’isola non sia terminato, ma che in futuro questo piccolo pezzo di terra potrebbe addirittura fondersi con altre isole vicine originando così un’isola più grande delle altre. Tonga, invece, si trova a sud dell’Oceano pacifico ed è nata proprio a causa di un’eruzione sottomarina, e tra l’altro sta scomparendo di nuovo, lentamente, a causa dell’erosione del mare.

In Pakistan, o meglio vicino alle sue coste, è presente poi una nuova isola senza nome e soprannominata Isola Terremoto, perché è apparsa proprio in seguito ad un terremoto, un giorno ben preciso: il 24 Settembre 2013. Da non essere presente, è comparsa improvvisamente, e anche in questo caso la sua presenza è dovuta probabilmente ad un’eruzione vulcanica. I geologi hanno predetto che anche quest’isola è destinata a scomparire, e infatti sta già diventando più piccola, ma per adesso si trova ancora lì, per chi volesse visitarla.

Infine, l’isola più incredibile perché più grande di tutte le altre, apparsa al largo delle coste del Giappone, si chiama Nishinoshima, ed è un’isola di origine palesemente vulcanica che si erge a oltre 100 metri dal livello del mare, come si può vedere nella foto qui sopra! E’ disabitata, ma è apparsa nel 2013 per crescere ad una velocità impressionante fino al 2016, quando la sua crescita sembra essersi arrestata. La sua superficie è all’incirca di 2,7 chilometri quadrati, quanto lo stato del Principato di Monaco: non è poco, per una terra che poco prima non esisteva nemmeno!