Casa in vendita a 10 dollari, ma solo se te la porti a casa!


domenica 17 settembre 2017
scritto da Valerio Guiggi

In America un curioso annuncio immobiliare metteva in vendita una casa a soli 10 dollari. Ottimo prezzo, se non fosse che l’acquirente doveva portarla via da dove si trovava!

Le tante persone che sarebbero interessate a comparare una casa sanno bene quanto possa costare un edificio, anche se non si tratta di una villa o di una dimora costosa. Purtroppo, le case sono un costo difficile da sostenere, che spesso richiedono l’aiuto di una banca; per questo appare allettante una casa messa in vendita solamente a 10 dollari. E appare ancora più allettante se questa casa non è un rudere che va demolito e ricostruito ex novo, ma una casa in ottime condizioni e abitabile fin da subito dopo che l’acquisto è stato effettuato.

C’è una sola clausola, nel contratto di compravendita, però: la casa è tua a 10 dollari solamente se te la porti a casa. Si tratta di una casa in New Jersey, che però i proprietari non vogliono più sul loro terreno, probabilmente perché hanno interesse a costruirne una nuova e non vogliono un nuovo terreno. Motivo per cui l’acquirente dovrà, letteralmente, portare via la casa da dove si trova, e sarà sua! Il problema, come si può ben intuire, è il costo di portare via la casa, perché con essa non verrà acquistato anche il terreno che si trova sotto.


Per le leggi edilizie italiane, probabilmente una cosa del genere sarebbe impossibile, ma negli Stati Uniti è possibile spostare una casa. Intanto perché molte case sono costruite in legno, per cui per quanto siano pesanti è possibile comunque spostarle (rispetto a una casa in cemento); inoltre, le fondamenta spesso non ci sono o sono poco profonde, e l’allaccio al sistema elettrico e a quello di distribuzione dell’acqua si può interrompere in modo semplice, così da dare modo all’agenzia che si occuperà di trasportare la casa (si, esistono agenzie del genere) di effettuare il proprio lavoro.

La casa è grande 370 metri quadri, con sei camere da letto e tre bagni, per cui per 10 dollari è un affare, mentre la clausola è quella di spostarla di almeno 250 metri dalla sua posizione attuale, per cui comunque il trasloco deve essere effettuato con tutte le attenzioni del caso. Soprattutto perché, se la casa dovesse rompersi, non si perde tanto il suo valore (che è basso, 10 dollari), quanto tutta la spesa che chi acquista la casa dovrà sopportare per poterla trasportare.

Nonostante quello che si potrebbe pensare, però, il costo non è poi così alto: il trasloco ha una base di 10.000 dollari, a cui vanno aggiunti i costi per lo spostamento, per l’acquisto del nuovo terreno, per le concessioni, per i preparativi e tutto il resto. Anche se la cifra di base, però, triplicasse, 30.000 dollari per una casa da 300 metri quadri non sono tanti, anzi l’offerta è molto conveniente: non a caso, i proprietari non hanno avuto difficoltà a trovare qualcuno interessato alla loro proposta.