Australia: la decorazione natalizia più strana dell’anno è un serpente letale!


martedì 27 dicembre 2016
scritto da Valerio Guiggi

Una brutta avventura è quella capitata a una signora australiana che tra le decorazioni dell’albero di Natale ha trovato un serpente velenosissimo. Per fortuna tutto è finito per il meglio!

Curiosa quanto terrificante disavventura per una donna australiana, sul finire dell’anno 2016. Come la maggior parte delle persone del mondo, anche lei aveva fatto nella propria abitazione un albero di Natale, decorato con tutte le cose che tipicamente si attaccano agli alberi, ma quando è tornata nella stanza dell’albero, guardando il suo capolavoro, ha trovato una decorazione in più, una decorazione inaspettata: un bel Serpente Tigre, uno dei serpenti più velenosi che si possano trovare in natura.

Non è stata quindi una bella esperienza quella della donna, ma per capire come sia possibile bisogna sapere qualcosa in più dell’Australia. A causa del suo isolamento geografico, infatti, in questo paese vivono (in assenza di predatori, tra l’altro) tantissime specie tra le più velenose del mondo. Tutti gli australiani conoscono benissimo ragni velenosi, serpenti velenosi e anche una serie di altri animali pericolosissimi, come vi abbiamo spiegato tempo fa. Il serpente, evidentemente, è entrato nella stanza passando da una porta aperta e indisturbato si è arrampicato sull’albero di Natale che ha ritenuto un buon rifugio per passare un po’ di tempo.


Per fortuna la donna si è accorta dell’ospite indesiderato ma, soprattutto, non ha perso il sangue freddo. Infatti ha scattato subito una foto al rettile e l’ha inviata al più vicino servizio di cattura di serpenti (che in Australia esistono, proprio per la grande diffusione di questi animali pericolosi); l’esperto ha riconosciuto subito questo animale, quindi ha detto per telefono alla donna come comportarsi, prima che raggiungesse l’abitazione e provvedesse, con tutta sicurezza e soprattutto con i mezzi appositi, a togliere il serpente.

Il serpente tigre, ha poi spiegato l’esperto, è uno dei serpenti più velenosi d’Australia e anche del mondo, ma per fortuna morde solamente se si sente minacciato, per difesa e non per attacco. Così la donna, rassicurata dal fatto che la cultura media sui serpenti per un australiano è molto più alta rispetto alla nostra, ha mantenuto la calma e si è presa una tazza di tè mentre aspettava il professionista, evitando in questo modo di stressare lo stesso serpente e quindi di mettere in pericolo la sua stessa vita.

Se qui da noi questa può sembrare un’avventura strana, infatti, considerando che i serpenti qui da noi per Natale non ci sono in quanto animali a sangue freddo, bisogna ricordare che in questo periodo in Australia è estate, e loro gli alberi di Natale li fanno nel momento più caldo dell’anno (e non nel più freddo, come noi): in questa situazione, il serpente sarebbe entrato semplicemente da una porta rimasta aperta, e poi sarebbe rimasto sull’albero, magari per riposarsi. Una brutta avventura, specialmente con un animale così pericoloso che però, per fortuna, è finita bene.