sabato 3 settembre 2016
scritto da Valerio Guiggi

I 10 siti internet più spaventosi del web

Non tutti i siti web sono siti che si possono definire “normali”. Su internet, infatti, ci sono anche una serie di siti misteriori, strani e in qualche modo inquietanti. Molti sono stati chiusi anche per motivi ben poco virtuali, mentre altri sono ancora lì, a spaventare chi, ignaro, li trova.

In questa lista abbiamo creato una raccolta molto particolare. Abbiamo cercato infatti i 10 siti web più spaventosi, del passato ma anche di oggi. Siti misteriosi, siti che raccolgono immagini forti, siti di cui non si capisce il significato fino ad arrivare a siti web la cui presenza ha avuto conseguenze tutt’altro che virtuali: un’interessante quanto inquietante classifica.

10. Un sito per il reclutamento?

Oct282011.com-internet-mysteries

Nel corso del 2011, comparve su internet un sito web alquanto strano, di cui una traccia potete vedere nell’immagine. In questo sito comparivano solamente poche righe di testo, una data futura e alcune immagini che ritraevano le piramidi e il Gatto di Schroedinger, molto conosciuto dai fisici, ma morto. C’era anche un numero di telefono, e non sappiamo se fosse realmente funzionante: l’idea più diffusa era che questo fosse il sito di reclutamento di qualche setta religiosa, che però qualche mese dopo essere rimasto online senza mai cambiare venne misteriosamente oscurato.

9. Il messaggio subliminale

Altro sito più misterioso che spaventoso era un sito, comparso ormai qualche anno fa, che conteneva al suo interno solamente una serie di stringhe di numeri, posizionate in modo apparentemente non casuale. Nonostante potesse benissimo essere uno scherzo di qualcuno, molti si sono immaginati qualcosa alla “Lost”, ed hanno provato a risolvere, sempre senza successo, il mistero dei numeri. Anche se oggi il sito non è più online, sono molti coloro che hanno salvato le stringhe e che, aiutandosi a vicenda tramite i forum, cercano di risolverne il mistero.

8. Lost Media Wikia, il sito dei ricordi dimenticati

Esiste un sito, che è ancora online, che raccoglie tutto ciò che è stato ma che oggi non è più. I ricordi, ricordi che appartengono solo alla memoria di qualcuno ma che rischiano di essere cancellati dalla storia. E’ un Wiki, quindi un sito collaborativo a cui tutti possono contribuire, e con il tempo si è sempre più arricchito di file particolari e misteriosi, storie e documenti che gli autori dicono essere veri ma che, vista la natura dei Wiki, non sapremo mai se lo sono effettivamente…

7. Last Words, le ultime parole di chi stava per morire

Uno dei siti più inquietanti del web riguarda un fatto abbastanza recente: la scomparsa, l’8 Marzo, del Boeing 777 partito da Kuala Lampur. Questo sito recita solamente la frase “Tutto bene qui, buonanotte”, che sarebbero le ultime parole che sono arrivate dalla cabina di pilotaggio prima che tutti i sistemi di comunicazione fossero, a detta della scatola nera, volontariamente disattivati. Ci sono anche altre voci, relative alle intercettazioni di emergenza che, però, tramite gli strumenti ufficiali non sono state rilevate. Non sappiamo, ad oggi, che fine abbia fatto l’aereo.

6. Mortis, il sito che nessuno sa a che cosa serve

mortis

Uno dei siti più spaventosi del web era Mortis, che oggi non c’è più. Si tratta di un sito che conteneva solamente due campi da compilare, l’username e la password, ma nessuno ovviamente li conosceva. Pare, dalle ricerche fatte, che contenesse diversi TB di dati, ma anche in questo caso che cosa fossero rimane un mistero ancora irrisolto. Il proprietario, a cui si poteva risalire dalla funzione Whois dei siti web, aveva anche altri siti strani, uno dei quali completamente nero e non cliccabile in nessun modo. Tuttavia, pare che Mortis stia per rinascere, perché ad oggi sul sito c’è un countdown.


5. Il sito degli illuminati

maxresdefault

Quello che vedete nell’immagine è l’home page di questo sito web. Proprio sopra alla fotografia delle due persone sul divano ci sono quattro gif animate, che conducono ad altrettante pagine con video lunghissimi apparentemente privi di senso e con messaggi strani, sicuramente criptici. l’opinione che va per la maggiore è che questo sito sia gestito dagli Illuminati, anche se di più non sappiamo: perché qualcuno dovrebbe mettersi a creare inutilmente video così lunghi senza motivo?

4. Il diario del Serial Killer

Un altro dei siti più inquietanti in assoluto, di cui nessuno si era accorto ma che, anche in questo caso, è stato chiuso, è praticamente il diario di un serial killer ad oggi condannato a 6 ergastoli, nel 2005. In parallelo con la sua attività omicida, ha tenuto questo blog, una sorta di diario dove gli investigatori hanno scoperto i particolari più inquietanti della sua attività, e la cosa particolare è che questi potevano essere letti da tutti…

3. Gli angeli mai nati

Questo sito più che spaventoso è particolare, un genere che qualcuno potrebbe apprezzare, qualcun altro odiare. Non è nulla di illegale, ma è un sito creato da un gruppo di madri con figli morti durante il parto. Sul sito si postano foto degli oggetti comprati, di come sarebbe dovuta essere la cameretta, di che cosa i genitori immaginano il figlio avrebbe potuto fare, una vita che avrebbe potuto esserci ma che non c’è stata. Bello e inquietante allo stesso tempo: ci sono anche alcune foto dei bambini morti.

2. I siti cruenti

Non cito i nomi per ovvi motivi, ma sicuramente qualche amico ve li avrà detti qualche volta, per cui li conoscerete di sicuro. Sono i siti che mostrano ferite, sangue, mutilazioni delle persone, anche genitali, oggetti che entrano in ogni parte del corpo e così via: il sangue e il gusto per il macabro sono propri di alcune persone che frequentano questi siti per guardare le foto che periodicamente vengono postate. Ci sono ormai da più di 15 anni, liberi per la consultazione da parte di chiunque abbia abbastanza fegato.

1. Il forum dei cannibali

50

Ma il sito forse più inquietante dell’intero web è comparso alla fine degli anni ’80, per essere poi fortunatamente chiuso. Si trattava di un forum, un forum apparentemente militare della Germania dell’Ovest, ma chi lo frequentava aveva una particolare passione: il cannibalismo. E non ne parlano solamente: un utente pubblica addirittura un annuncio dove chiede se c’è qualcuno disposto a farsi mangiare. Una persona risponde, ed effettivamente è successo quanto possiamo immaginare. L’uomo ha pubblicato lo stesso annuncio qualche anno dopo, ma è stato segnalato alle autorità che nella sua abitazione hanno trovato un filmato riguardante il primo omicidio cannibale. Oggi è all’ergastolo, e il sito ovviamente è stato chiuso.