10 curiosità storiche sullo shopping davvero incredibili che non conoscevi!


mercoledì 14 dicembre 2016
scritto da Valerio Guiggi

Tra gladiatori romani che leggevano le pubblicità e soldi che in passato crescevano (davvero) sugli alberi, ecco 10 curiosità storiche sullo shopping che non avresti mai immaginato, per capire come i tempi cambiano, ma le persone no. Per niente.

Andare a fare shopping è una delle attività preferite un po’ di tutti, al giorno d’oggi. E non è solo una prerogativa femminile, a differenza di quanto si potrebbe pensare: anche i maschi amano comprare, magari non i vestiti, ma sicuramente prodotti per lo sport e videogiochi, o comunque ciò che riguarda le loro passioni. Ma lo shopping non è una cosa nata oggi, o comunque negli ultimi anni, anzi è un’usanza davvero antica, molto più di quanto pensi: in questa lista abbiamo raccolto 10 curiosità sullo shopping che ti lasceranno davvero a bocca aperta: avresti immaginato che in passato i soldi crescevano sugli alberi, o che i gladiatori romani facessero le réclame?

10. La lamentela più antica del mondo

Storicamente, proprio come oggi, non sono mai mancati i reclami ai negozi che cercavano di lucrare vendendo prodotti di qualità inferiore. Se pensi che sia una cosa tipica solamente dei tempi moderni, ti stai sbagliando: la lamentela per un disservizio più antica del mondo è stata rinvenuta dagli archeologi in Mesopotamia, scritta sull’argilla da un cliente che si lamentava che il rame venduto dal proprio fornitore era di qualità troppo bassa. Del resto, in Mesopotamia è nata anche la legge.

9. Il Trasferimento di Gruen

200544828-001

Avete mai sentito questo termine o comunque questo fenomeno? Probabilmente no, ma ne siete sicuramente stati vittime quando avete fatto shopping in un centro commerciale o, ancora di più, quando siete entrati in una sala slot. Come le sale slot sono progettate senza finestre né orologi per far perdere la cognizione del tempo e continuare a giocare, così anche i centri commerciali sfruttano il Trasferimento di Gruen, che è proprio questo. L’unica differenza è che i centri commerciali sono molto più grandi e spaziosi, ma anch’essi non hanno finestre, né orologi, per farti rimanere più tempo a comprare! Si tratta di una tecnica inventata con la nascita dei primi casinò, nel 1700.

8. Se i soldi crescessero sugli alberi…

Sarebbe bello che i soldi per fare shopping crescessero sugli alberi, vero? In realtà, questo storicamente è successo, quando si pagava, in Sud America, con i chicchi di cacao. In questo modo gli agricoltori erano le persone più ricche di tutte le altre, ma l’economia dipendeva dal clima e dalle annate. E comunque, più cacao c’era e meno valeva, così che nell’anno buono tutti avevano più soldi, si, ma il loro valore calava e nessuno era più ricco degli altri.

7. I cataloghi per lo shopping

I cataloghi con i prodotti da comprare sono uno dei mezzi di marketing più diffusi al mondo, ma molti non sanno da quanto tempo siano effettivamente diffusi. Il primo catalogo fu creato in Italia, nel 1400, da una tipografia. Quando la stampa dei libri iniziò infatti a prendere piede, l’italiano Aldo Maurizio stampò un libro contenente i titoli degli altri libri che stampava. La tipografia ebbe un enorme successo.

6. La ricevuta più antica del mondo

History_Vikings_Viking_Ships_SF_HD_still_624x352

Le ricevute fiscali, anche conosciute come scontrini, sono cose a cui, oggi, siamo tutti ben abituati, ma in passato non esistevano, almeno come li conosciamo. Eppure, la regola di mettere per scritto ciò che si era venduto, soprattutto per il pagamento dei dazi agli stati (come oggi accade per le tasse), è usanza antichissima: infatti è stata ritrovata una ricevuta di ben 5.000 anni fa relativa ad una vendita di prodotti tramite nave che trasportava abbigliamento.


5. Il centro commerciale più antico del mondo

Se sei stato a Roma, o magari ci abiti, senza saperlo avrai avuto modo di visitare il centro commerciale più antico del mondo. Costruito nel 112 D.C., il Mercato di Traiano era un centro sul quale si affacciavano diversi negozi di vario tipo, oltre a due biblioteche. E’ una struttura primordiale per un moderno centro commerciale, ed è considerato il primo della storia.

4. I primi acquisti online della storia

Oggi acquistare online è una pratica davvero molto comune, ma sai da quanto tempo viene utilizzata? Non è molto, e probabilmente eri già nato. Il primo acquisto online è avvenuto nel 1994, grazie ad una compagnia tedesca che oggi non esiste più. L’idea piacque molto, però, agli americani, e infatti i due anni successivi, rispettivamente nel 1995 e 1996, nacquero Amazon ed eBay.

3. L’invenzione dei soldi di carta

I soldi di carta, che oggi chiamiamo banconote, hanno una serie di vantaggi molto interessanti rispetto alle monete: primo tra tutti, sono molto più facili da trasportare. Ma chi li ha inventati, visto che in Europa fino al 700 sono state utilizzate le monete? Le hanno inventate i cinesi, che le usavano già da molti anni prima della nascita di Cristo. Con un avvertimento stampato: i falsari sarebbero stati decapitati. Stamparlo sulle banconote era un buon deterrente, e gli acquisti così come i commerci erano più semplici rispetto all’utilizzare le monete.

2. Il Cyber Monday

Se pensate che il Cyber Monday, il lunedì di Novembre in cui si vendono prodotti elettronici a prezzo scontato, sia un’invenzione americana, vi state sbagliando. Si tratta della trasposizione occidentale, fatta negli ultimi anni, di un’usanza cinese in voga da molto tempo, che è la festa dei single, un po’ come il nostro 15 Febbraio. La differenza è che si tratta di una cosa molto sentita, in cui si spingono i single a spendere soldi per la propria persona.

1. La pubblicità dei gladiatori

E per terminare questa curiosa lista, come non parlare della pubblicità, che è l’anima del commercio? I romani avevano inventato un metodo molto interessante per pubblicizzare i prodotti, in mancanza della TV: facevano leggere i nomi ai gladiatori prima dei combattimenti, così che tutti i romani li conoscessero. E loro erano contenti di sentire quali erano le ultime novità di roma, per poi divertirsi a vedere come il gladiatore moriva dissanguato durante il combattimento.