martedì 6 dicembre 2016
scritto da Valerio Guiggi

10 cose che ti sembrano pericolossissime ma che non lo sono così tanto

La nostra percezione del pericolo è una delle basi che ci spinge ad agire in un certo modo, nella nostra vita. Ma in realtà molte cose di cui abbiamo paura sono molto meno pericolose di quanto ci possa sembrare.

La paura è una delle sensazioni più importanti dell’animo umano. È una brutta sensazione, certo, ma se non avessimo paura di niente saremmo portati a compiere alcune azioni senza curarci delle conseguenze, e questo potrebbe portarci addirittura alla morte, non avendo eseguito un’accurata valutazione. Tuttavia, la paura dipende molto anche dalla nostra percezione del pericolo, e se a volte non abbiamo paura quando invece dovremmo averne, altre volte abbiamo paura di cose che non sono così pericolose come pensiamo. In questa lista abbiamo raccolto 10 fenomeni di cui tutti, normalmente, abbiamo paura, ma che in realtà non sono così pericolosi come pensiamo.

10. Fare l’autostop

Per alcune persone fare l’autostop è una delle paure più grandi che esistano. La paura di non sapere chi si trovaerà in auto, magari un pazzo assassino che vuole solamente violentare ed uccidere, è sempre molto alta, ma le statistiche ci dicono che il rischio di trovare malintenzionati è più basso dell’1 per mille. Insomma, è una pratica tutto sommato sicura, e anche se farlo spesso può aumentare il rischio che succeda una cosa del genere, se una volta ci troviamo in situazioni di necessità possiamo salire in auto con qualcuno senza troppi pensieri.

9. La caduta di un aereo

Se moltissime persone prendono ogni giorno l’aereo senza problemi, molte altre hanno tantissima paura di farlo perché pensano che possa rimanere senza carburante a metà volo o che il motore possa spegnersi improvvisamente. In effetti, queste cose di tanto in tanto capitano, ma i piloti sanno come affrontare queste situazioni; l’aereo è costruito in modo da poter planare anche a motore spento, per cercare un terreno pianeggiante su cui poggiarsi, e se cadesse in mare galleggerebbe. Le possibilità che si schianti, insomma, sono davvero minime.

8. Mangiare carne cruda

Per fortuna che esistono persone, come me, che di lavoro controllano gli alimenti che si mangiano. La carne e il pesce crudo spaventano tantissimo qualcuno, ma in realtà (a parte alcune eccezioni) ad oggi si possono considerare sicuri. Il rischio di prendere la tenia dalla carne bovina oggi è ridotto praticamente a zero, mentre per Anisakis dal pesce crudo c’è una legge che impone ai ristoranti di congelare il pesce per ucciderlo, prima di servirlo. La carne dei volatili, quindi, è l’unica che ad oggi resta pericolosa e che bisogna fare attenzione a mangiare sempre ben cotta, ma per il resto non ci sono problemi.

7. Gli squali

Molte persone hanno paura degli squali, ma in realtà sono gli squali che dovrebbero avere paura delle persone. È un pesce entrato nell’immaginario collettivo come cattivo, ma difficilmente si avvicina alle coste e attacca solo se si sente minacciato. Ad oggi sono più gli attacchi all’uomo da parte degli ippopotami che non da parte degli squali, per cui dovremmo rivalutare le nostre paure.

6. Gli scorpioni

Un altro animale che fa molta paura è lo scorpione, e quando qualcuno lo vede di solito scappa per paura di morire. A parte che anche gli scorpioni attaccano solo se si sentono minacciati, come gli squali, ma delle 1500 specie di scorpione conosciute solo una ventina sono effettivamente velenose. Certo, non è che bisogna abbracciarli, ma difficilmente ci faranno del male se li lasciamo in pace.


5. La peste nera (o peste bubbonica)

Molte persone, studiando la storia, hanno paura che a causa della sovrappopolazione questa malattia possa tornare e uccidere tantissime persone. Il fatto che nel 1300 la peste abbia causato tantissimi morti dipendeva sia dalle scarse condizioni igieniche che dalla mancanza degli antibiotici, che oggi invece esistono. La peste oggi non solo è facilmente curabile, ma non esiste quasi più: nel mondo si stimano solamente sette casi ogni anno.

4. Consumare latte crudo

Oggi nel nostro paese esistono tantissimi erogatori di latte completamente crudo, che chiunque può acquistare. Se non fosse sicuro non sarebbe esistito, ma se chiediamo alla nonna ci dice che il latte crudo è pericolosissimo. Ai suoi tempi, effettivamente, era così, perché esistevano malattie delle mucche, come la brucellosi, che erano trasmissibili all’uomo. Per fortuna, oggi le mucche sono controllatissime e il latte è sano, anzi: se è crudo conserva i suoi principi nutritivi, oltre ad essere anche più buono da bere.

3. Visitare Chernobyl

Ogni tanto spuntano alcuni documentari che ci mostrano come a Chernobyl, ancora oggi, ci siano piante che emettono radiazioni. In realtà, visitare questo posto non è pericoloso come si potrebbe pensare; è vero, la radioattività c’è, ma se ci andiamo solamente per qualche giorno non assumeremo abbastanza radiazioni da sviluppare delle mutazioni. Invece sarebbe pericoloso starci a lungo, quello sì, ed è per questo che gli abitanti spesso sono malati.

2. Ingerire il cianuro

Se a chiunque venisse servito un pasto a base di cianuro, probabilmente non sarebbe così contento. Ma una regola base della medicina ci fa sapere che la differenza tra un farmaco e un veleno è nella dose: in altre parole, si può ingerire una piccola quantità di veleno senza rimanerci. In passato, alcuni re mangiavano cianuro costantemente, per non morire nel caso in cui qualcuno avesse cercato di avvelenarli.

1. La caduta di un meteorite

Visto che, come ci hanno insegnato a scuola, il meteorite ha fatto estinguere i dinosauri, è chiaro che questi asteroidi non ci stanno molto simpatici. In realtà, anche se un meteorite dovesse colpire la terra (cosa altamente improbabile, comunque) saremmo sempre abbastanza sicuri perché non succederebbe nulla. Il meteorite che ha fatto estinguere i dinosauri non li ha schiacciati tutti, bensì ha innescato un processo di cambiamenti climatici che li ha fatti estinguere, si, ma dopo secoli dalla caduta. Insomma, a meno di trovarci proprio sotto al meteorite, non abbiamo nulla da temere.